Sbiancamento dentale domiciliare


• Valutazione cromatica del colore dei denti prima del trattamento.
• Fotografie prima del trattamento.
• Spiegazione di come effettuare il trattamento.
• Consegna di 2 mascherine in foglio con serbatoio individuale per ogni singolo elemento dentale.
• Valutazione cromatica del colore dei denti post-trattamento.
• Fotografie post-trattamento.


A che cosa sono dovute le macchie sui denti? Cosa fare per eliminarle?


Le macchie che si formano sullo smalto possono essere provocate dagli alimenti, dal tabacco o da alcuni farmaci. Chi lavora a contatto con polvere di ferro, rame e cromo ha spesso i denti macchiati. I denti inoltre possono ingiallire in seguito al naturale processo di invecchiamento. Una buona pulizia effettuata dal dentista permette di eliminare la maggior parte delle macchie dovute ad alimenti e al tabacco, a meno che non siano presenti da anni. Un consiglio: rispettate le norme di igiene orale per prevenire la formazione di macchie e non cercate di togliere le macchie con unghie o altri oggetti.


Con quale frequenza devone essere effettuati i controllo odontoiatrici?


E' consigliabile effettuare regolari controlli odontoiatrici ogni 6 mesi circa. Questi controlli consentiranno al dentista di monitorare in modo corretto la salute della vostra bocca.


Quando portare per la prima volta un bambino dal dentista?


Il bambino dovrebbe arrivare nello studio odonotiatrico non per necessità, cioè quando ha già dolore, ma per conoscenza, ad un età di 4 o 5 anni. In questo modo verrà data al bambino la possibilità di conoscere il dentista e lo studio dentistico senza associare questa esperienza con il dolore. I consigli del medico inoltre lo aiuteranno a prevenire le patologie e ad evitare le scorrette abitudini che spesso portano a problemi dentali.


Perchè i miei denti soffrono molto il caldo e il freddo?


L'aumento della sensibilità dei denti alle variazioni di temperatura può essere dovuta ad una parte del dente detta "colletto" che può per vari motivi trasmettere più facilmente il caldo e il freddo. Questi motivi possono essere di carattere ormonale (è tipico delle giovani donne); di carattere alimentare (diete troppo ricche di sostanze acide); di carattere igienico (spazzolamenti troppo energici). L'uso di dentifrici specifici può aiutare molto a ridurre questo problema. Bisogna però porre la massima attenzione a non confondere l'ipersensibilità del colletto con l'aumento della sensibilità dovuto ad una carie. In caso di dubbio è sempre meglio fare valutare la situazione al medico dentista.


A che età crescono i denti definitivi?


I denti definitivi o meglio, permanenti, non crescono tutti in un unico momento: i primi a svilupparsi sono gli incisivi inferiori, poi i superiori e in seguito i molari, che normalmente si presentano intorno ai sei anni. A questa età il bambino ha una dentizione detta "mista". Tra i dieci e i dodici anni avviene la permuta dei canini e dei premolari e a questo punto la dentizione permanente è completa.


Fino a che età è normale chi il bambino si succhi il pollice?


Il succhiamento del pollice o di altri oggetti è normale per i neonati. Il motivo per il quale avvenga non è conosciuto, è certo però che tale azione conferisce tranquillità e sicurezza, infatti il succhiamento del pollice avviene anche durante la gravidanza. La maggior parte dei bambini smette di succhiare il pollice, il lenzuolo o il succhiotto entro i tre anni. Se tale attività non cessa può determinare delle alterazioni alle strutture scheletriche mascellari, mandibolari e dentali in crescita. Il pedodontista, l'ortodontista o il pediatra sapranno consigliarvi in relazione allo sviluppo fisico e psicologico del bambino, perche non bisogna dimenticare che il succhiamento del pollice ha delle implicazioni psicologiche da non sottovalutare e che spesso pur volendo smettere il bambino non ci riesce e pertanto deve essere aiutato senza utilizzare mezzi coercitivi più o meno violenti.


Cosa è necessario fare se un bambio subisce un trauma ai denti?


Distinguiamo i vari casi:

• Perdita traumatica di un dente di latte: contattare prima possibile il pedodontista.
• Perdita traumatica di un dente permanente: trovare il dente, sciacquarlo delicatamente tenendolo per la corona, non toccare la radice, non usare saponi, solo acqua, immergere il dente in un contenitore pulito con acqua, latte o saliva. Avvertire immediatamente lo studio odontoiatrico che state arrivando con questo problema. Recatevi allo studio odontoiatrico più velocemente possibile.
• Frattura di uno o più denti: raccogliere i frammenti e contattare lo studio odontoiatrico prima possibile. Sciacquare la bocca con acqua e applicare del ghiaccio per ridurre il gonfiore.
• Frattura di mandibola o altre fratture craniche: recatevi immediatamente al più vicino pronto soccorso per le cure ed i controlli del caso.
• Mal di denti: recatevi dal pedodontista o contattatelo telefonicamente.






Studi Odontoiatrici Dottor Stefano Sciacca - Studio odonotoiatrico Modena

Specialista in Odonotiatria Stefano Sciacca - Dentista Stefano Sciacca